INTERNO 3

Teatro Vascello
PRIMA NAZIONALE

VENERDì 23 NOVEMBRE ore 19.30
repliche fino a
DOMENICA 2 DICEMBRE 2012

orario spettacoli
23 > 24 > 25 NOVEMBRE ore 19.30
26 NOVEMBRE riposo
27 > 28 > 29 > 30 NOVEMBRE ore 20.30
1 > 2 DICEMBRE ore 19.30



O.T.C. Onorevole Teatro Casertano
MIBAC Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo

INTERNO 3

> DIMENSIONE AFFETTIVA DI KING KONG
di Massimiliano Virgilio

A LUNAR WOMAN
di Antonella Anedda

RITRATTO DI CONIUGI CON FESTA
di Igor Esposito 

 

con
Nicoletta Braschi
Enrico Ianniello
Tony Laudadio
suono Daghi Rondanini
luci Pasquale Mari
scene e costumi Lino Fiorito
regia Francesco Saponaro 


O.T.C. Onorevole Teatro Casertano
MIBAC Direzione Generale per lo Spettacolo dal Vivo

 

La XIX edizione delle Vie dei festival  si conclude con il debutto al Teatro Vascello, venerdì 23 novembre, alle ore 19.30, dello spettacolo Interno 3: trittico di atti unici, scritti da tre drammaturghi provenienti da diverse esperienze letterarie: la poetessa e saggista Antonella Anedda, lo storico dell’arte e poeta Igor Esposito e lo scrittore e sceneggiatore Massimiliano Virgilio. Ogni autore ha elaborato un testo originale che costituisce un terzo dell’intero spettacolo, interpretato da Nicoletta Braschi, Enrico Ianniello, Tony Laudadio, con la regia di Francesco Saponaro.

Visioni mutuate dalla Pop-Art e dalle rimeditazioni sulla storia dell’arte, rimandi al cinema americano degli Anni Quaranta, percorsi onirici ed evocativi della poesia contemporanea, in bilico tra ricerca affannosa del passato e nostalgia del presente, sono gli elementi che caratterizzano la scrittura complessiva di questo progetto.

Lo smarrimento degli ideali all’interno della famiglia, i rapporti sentimentali corrotti nelle relazioni di coppia o nel mondo del lavoro, sono i temi che insistono sulla crisi e sulle contraddizioni del modello borghese dove l’altro, lo straniero, il diverso si scontra con il nostro privato destabilizzando il tragicomico e apparente equilibrio della società contemporanea.

Con Dimensione affettiva di King Kong di Massimiliano Virgilio siamo a New York nel 1941. Il gorilla King Kong è ora un famoso produttore. Negli ultimi tempi, però, qualcosa lo inquieta. Sua moglie, Fay Wray, l’attrice che nel primo King Kong interpretava Ann, la bella eroina di cui il gorilla s’innamora, forse lo ha tradito. Il sospetto diviene certezza e mette il gorilla dinanzi a una difficile scelta: far divampare la  gelosia, dar sfogo alla sua primordiale sete di vendetta eliminando il rivale, oppure accettare il tradimento, perdonare Fay e diventare (forse) il padre di un essere umano?

Nell’atto unico Ritratto di Coniugi con Festa di Igor Esposito un uomo, una donna e il fantasma di un artista danno vita ad un triangolo in cui si innestano tre ossessioni. Un imprenditore di tubi ossessionato dalla conquista del mercato. La moglie dell’imprenditore di tubi ossessionata dalla pittura. Il fantasma di un artista – Tano Festa- che ha vissuto l’arte come unico riscatto alla propria disperata esistenza. Ogni ossessione ha la sua declinazione: mediocrità quotidiana, disperata follia, ricerca di libertà oltre ogni convenzione sociale.

A Lunar Woman, di Antonella Anedda è un viaggio di suggestioni poetiche in bilico tra il ricordo e la ricerca affannosa e nostalgica di un presente effimero.  Una donna stende un lenzuolo sulla luna. Il lenzuolo diventa uno schermo che campeggia sull’intera scena come un fondale argenteo di bianchi e neri convulsi, come le nuvole passeggere di un cielo in chiaroscuro in cui si perdono – fuori dall’obbligo di una sintassi logica e narrativa – il mondo esterno e il viaggio introspettivo della protagonista.

FOTOGALLERY

 

Allo spettacolo possono assistere 99 spettatori alla volta.
E’ quindi obbligatorio prenotare al seguente numero: 3312019941.

posto unico 15 €
ridotto  12 €

 

Loading