UN ANNO CON 13 LUNE

MARTEDì 18, MERCOLEDì 19 SETTEMBRE ore 21
Teatro Sala Uno

dai festival: Festival delle Colline Torinesi, Estate a Radicondoli

Egumteatro, Fondazione Teatro Piemonte Europa, Festival delle Colline Torinesi

UN ANNO CON 13 LUNE
di Rainer Werner Fassbinder
un progetto di Annalisa Bianco, Virginio Liberti,
Michele Di Mauro
regia Annalisa Bianco e Virginio Liberti
con Michele Di Mauro, Gisella Bein, Tatiana Lepore,
Simona Nasi, Pasquale Buonarota, Massimo Giovara,
Riccardo Lombardo
scene Horacio de Figueiredo
costumi Agostino Porchetto
luci Massimo Violato
suono Otto Rankerlott
realizzato con il patrocinio della Regione Toscana – Sistema Regionale dello Spettacolo

Decidendo di misurarsi con la poetica di Fassbinder, Egumteatro non affronta uno dei testi scritti per la scena, ma adatta per la scena, insieme a Michele Di Mauro, uno dei suoi film più riusciti, “Un anno con 13 lune”. Una scelta che va dritta alla sostanza dell’opera dell’artista tedesco e che ricrea in palcoscenico l’emozione di una storia semplice e crudele allo stesso tempo. Abbandonata dall’uomo con cui viveva, in preda a un’angosciosa crisi d’identità, Elvira/Erwin, un ex macellaio che si è fatto operare per diventare donna, compie un allucinato cammino a ritroso per risalire alle radici della disperazione in cui si trova. In una scena di feroce desolazione fatta di vecchi attaccapanni che suggeriscono un senso di provvisorietà esistenziale, prevale la fisicità incontenibile del protagonista, uno strepitoso Michele di Mauro che, con pochi gesti impacciati, le dita tozze con le unghie dipinte, la bocca aperta in un urlo silenzioso, riesce ad evocare un profondo e devastante abisso interiore.

“Abbiamo scelto proprio questo testo perchè crediamo che il teatro debba e possa parlare ancora al cuore, al cervello, ai sensi e allo stomaco restituendoci la sensazione di essere persone intere e non corpi squartati seduti su una poltrona di velluto. Perchè vogliamo occuparci della vita piuttosto che solo del teatro. Perchè vogliamo emozionarci ed emozionare indipendentemente dalla strategia formale artistica”.

Egumteatro

Egumteatro ha messo in scena testi di Michel De Ghelderode, Rilke, Wedekind, Kafka, Heiner Muller, Copi e Koltès. Dal 2006 ha la residenza artistica presso il Teatro Studio di Scandicci diretto da Giancarlo Cauteruccio.

Loading