Festival d’autunno 1999

Festival d’autunno – Roma 1999

Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Dipartimento dello Spettacolo, Comune di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali Dipartimento Cultura e Spettacolo, Ente Teatrale Italiano, Teatro di Roma, Cadmo per ‘Le vie dei Festival’

Le altre sezioni

Il Festival d’Autunno costituisce un’originale forma di incontro tra soggetti pubblici (Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Comune di Roma, Ente Teatrale Italiano, Teatro di Roma) e privati (Associazione Cadmo).

Oltre a Le vie dei Festival comprende altre sezioni.

‘Percorsi Internazionali’ curata dall’Ente Teatrale Italiano, oltre a presentare i risultati conclusivi del Premio Stregagatto, dedicato all’infanzia e alla gioventù, ha in programma una sezione dedicata a Goethe con una mostra di disegni e acquerelli da Weimar e una corposa rassegna di spettacoli: Mefistofele nella versione marionettistica dei Colla, le Elegie Romane di Massimo De Rossi, Le affinità elettive nella riedizione di Stefan Bachmann.

Ancora in programma al Teatro Valle, in Prima Nazionale, spettacoli di teatro contemporaneo da tutto il mondo: L’Operette imaginaire di Valère Novarina con la regia di Claude Buchvakd; Shakespeare’s Villains di e con Steven Berkoff; Hamlet, sempre con la regia di Berkoff; Gesaubert di Sarah Kane; Peines de cœur d’une chatte française di Alfredo Arias e Renè De Ceccarry; La figlia di Iorio nella versione di Carmelo Bene.

La sezione curata dal Teatro di Roma “Passaggio in India” presenta due spettacoli nel nuovo spazio realizzato nell’insediamento industriale dell’ex Mira Lanza, uno italiano e uno straniero: Le false confidenze di Marivaux, regia di Toni Servillo e – da Bali – Perang undur-undur (Gambuh Dance Drama) prodotto dal Gambuh Pura Desa Batuan.

E ancora con l’Eti, al Teatro India, Shopping and Fucking di Mark Ravenhill, regia di Thomas Ostermeier.

Ancora, sempre nell’ambito del Festival un appuntamento a cura di RomaPoesia con Hypertext Ulysses di Luigi Cinque.

 

Loading